Ricambi moto, è boom per le ricerche online

0

Dalle pagine del nostro sito abbiamo spesso parlato del fenomeno della customizzazione delle moto, dedicando attenzione anche al mercato dei ricambi per personalizzare, migliorare o semplicemente far rendere al meglio la propria “creatura”: guardando bene le ultime indagini sul settore, si evidenzia una linea comune che riguarda la diffusione del Web come canale di informazione e di acquisto.

 

Aumenta la spesa per moto e auto.

Uno dei dati che emergono è innanzitutto quello dell’aumento della spesa necessaria per mantenere la propria moto, che va di pari passo con l’incremento dei costi per manutenzione e riparazione delle autovetture. Se per le quattro ruote c’è una ricerca specifica realizzata da Autopromotec, che certifica che nel 2017 gli italiani hanno speso 30,9 miliardi per officine di autoriparazione, acquisto di pezzi di ricambio e accessori, pneumatici auto e acquisto di lubrificanti, per il settore moto manca ancora una panoramica così dettagliata.

 

Gli acquisti di ricambi moto ora corrono sul Web.

L’aumento del prezzi sui canali tradizionali ha di fatto incentivato il ricorso a sistemi alternativi per cercare il pezzo giusto a un prezzo più conveniente: è questo uno dei motivi che spinge l’eCommerce nell’aftermarket moto, che trova in Omnia Racing uno degli esempi più calzanti. Il sito, attivo da quasi dieci anni, ha conquistato fama nel comparto dei ricambi moto, proponendo prodotti certificati a prezzi convenienti in grado di soddisfare le esigenze dei biker di ogni tipo.

 

L’eCommerce motori vale oltre 600 milioni in Italia.

Più in generale, all’interno della crescita complessiva dell’eCommerce in Italia (che ha superato ormai quota 28 miliardi di euro) la componente legata all’acquisto di prodotti per moto e auto rappresenta una voce sempre più rilevante, tanto da valere almeno 610 milioni di euro: un’altra conferma arriva da eBay, noto marketplace internazionale generalista, che ha rivelato alcune tendenze in atto su questo versante.

 

Il caso studio di eBay.

Secondo le rilevazioni del portale, sono circa 15 milioni gli italiani interessati da questo processo, ovvero i connazionali che vendono e comprano un accessorio o un ricambio auto e moto al ritmo di uno ogni 5 secondi, e la sola categoria “Veicoli: ricambi e accessori” mette a disposizione qualcosa come 46 milioni di nuovi articoli. Per quanto riguarda le due ruote, i prodotti più gettonati sul mercato italiano sono i pezzi per l’impianto elettrico e per l’accensione, quelli per la carrozzeria e il telaio, luci e frecce, che intercettano le richieste degli utenti.

 

Le regole per gli acquisti online.

Come detto già in altre occasioni, quando si compra online è sempre bene prestare attenzione all’affidabilità del venditore e verificare le caratteristiche e le garanzie della merce; in linea di massima, acquistare attraverso piattaforme specializzate può rivelarsi più sicuro, perché si tratta di operatori del settore che spesso accompagnano l’attività tradizionale online con una vetrina digitale, mentre bisogna diffidare di inserzioni private fin troppo convenienti e vantaggiose.

Condividi.

Lascia una risposta